False promesse in cambio di lavoro nel “Villaggio della Solidarietà”?

di Leone Venticinque, per il Comitato Cittadino di Mineo “Calatino solidale per davvero”

[pullquote]è da sottolineare l’apertura dell’anno scolastico a Mineo con i piccoli richiedenti asilo nelle aule insieme agli altri coetanei[/pullquote]

2011.09.30 – Nella ricognizione di giovedì 29 settembre 2011 effettuata insieme agli attivisti e ai legali della Rete Antirazzista Catanese ho avuto modo di ascoltare alcune testimonianze di ospiti del “Villaggio della Solidarietà” sulle attuali condizioni di vita all’interno della struttura. E’ emersa una significativa novità che si aggiunge ai precedenti dati che si vanno raccogliendo faticosamente, vista l’impossibilità per gli organi di informazione a accedere nel Villaggio e vista l’omertosa congiura del silenzio da parte di quanti, essendo coinvolti in un modo o nell’altro ma sempre dal lato del portafoglio nella grande giostra della solidarietà statale installata a Cucinella dal governo di Roma, preferirebbero giocare indisturbati e al riparo da sguardi che considerano indiscreti e invasivi degli affari loro.
Tornando alla significativa novità accennata nel titolo, riporto qui di seguito a memoria la parte di dialogo con l’ospite del Villaggio che mi ha raccontato la cosa:
<<Come va? Sei in attesa del colloquio con la commissione per il diritto di asilo?>>
<<Ho già avuto il colloquio, mi hanno bocciato. E’ stata colpa mia.>>
<<Perché dici questo, dove avresti sbagliato?>>
<<Ho sbagliato a non accettare di lavorare gratis per la Croce Rossa qui nel Villaggio, per questo mi hanno bocciato al colloquio.>>
<<Sei convinto che le cose potevano andare diversamente?>>
<<Nel Villaggio puoi vedere molte persone come me che lavorano tutto il giorno, chi nella mensa chi a pulire gli spazi comuni e in tante altre attività. Non ricevono soldi, niente per nessuno, ma hanno accettato perché così avranno maggiori possibilità di ottenere l’asilo politico.>>
<<E’ stato il personale della Croce Rossa a fare questa promessa a te e agli altri?>>
<<Sì.>>
Per verificare la situazione raccontata nella testimonianza, chi ha facoltà di accesso al Villaggio potrà procedere nel modo seguente: ci sono ospiti che sono impegnati in servizi di vario genere dentro la struttura? Se la risposta è positiva siamo già in presenza di una irregolarità, perché non dovrebbero lavorare. Viene loro corrisposto un qualche compenso economico? Pare difficile, visto che sarebbero soldi pubblici che qualcun altro dovrebbe togliersi di tasca per darli a loro di nascosto. E allora perché lavorano, solo per vincere la noia oppure in virtù di qualche promessa ingannevole come la “spintarella” al momento del colloquio con la commissione?
Nel frattempo, percorrendo le campagne e i giardini intorno al Villaggio si notano gruppi di richiedenti asilo che lavorano insieme agli agricoltori locali. Se questo è un indubbio segno positivo di avvio spontaneo di quella integrazione che tanto è stata declamata a vuoto dalle burocrazie istituzionali a tutti i livelli – così come è da sottolineare l’apertura dell’anno scolastico a Mineo con i piccoli richiedenti asilo nelle aule insieme agli altri coetanei – andrà verificato se fuori dal Villaggio le condizioni di lavoro sono meno truffaldine che all’interno. Si tratta in entrambi i casi di lavoro nero dato a persone le cui famiglie lontane aspettano a casa da lungo tempo l’arrivo di qualche aiuto a sopravvivere che giustifichi l’assenza di un figlio, un padre, un marito emigrati in cerca di condizioni migliori, come le rondini di Giovanni Pascoli.

Annunci

Un pensiero su “False promesse in cambio di lavoro nel “Villaggio della Solidarietà”?

  1. non esiste interconnessione tra la croce rossa e la commissione…non ascoltiamo solo una fonte! quante volte devo ribadirlo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...