Blocco al bivio di Mineo – il vescovo Peri a sostegno del movimento

2012.01.18 – E’ andato avanti per tutta la giornata fino alle 19 il blocco della circolazione stradale al bivio di Mineo, iniziato nelle prime ore del mattino. L’ampia partecipazione dei concittadini, con trattori e camion, ha portato il pieno successo e dimostra sempre di più il crescente disagio tra i ceti produttivi in agricoltura e nei settori collegati, ma dimostra anche la capacità di organizzare il disagio in una protesta ferma, pacifica e ordinata.


Stampa e tv locali hanno ascoltato le rivendicazioni dei manifestanti – strangolamento economico per il caro-carburante, per le scarse vendite dei prodotti, per la difficoltà a fronteggiare le tasse sulle aziende – in una comunicazione diretta che vede ormai la classe politica dei partiti, già spodestata e messa all’angolo ai vertici nazionali, emarginata e scavalcata anche sul territorio. Niente bandiere, niente sigle di alcun genere, uno conta uno: ogni cittadino e lavoratore stabilisce per proprio conto e con responsabilità le scelte da compiere.
Si trovava a passare lungo la via anche il vescovo di Caltagirone Peri, che ha voluto entrare in contatto con quanti erano impegnati nel presidio e ascoltare le ragioni di tutti, pronunciando parole di pieno sostegno e di elogio alla correttezza e civiltà della protesta. I prodotti siciliani – ha detto il vescovo – meritano maggiore attenzione e chi lavora in agricoltura va aiutato per vedere riconosciuta la qualità eccellente dei frutti delle campagne.
Giovani, braccianti, piccoli proprietari, trasportatori e padri di famiglia hanno scelto oggi di esprimere pubblicamente una situazione critica che altrimenti resterebbe chiusa nel dramma delle quattro mura domestiche, mentre ha cause generali che vanno affrontate seriamente. Il risanamento dalla crisi non deve passare per l’oppressione dei produttori, oggi Mineo e la Sicilia dicono NO a questa facile scorciatoia che vorrebbe lasciare intatti i costosi apparati del clientelismo come il “Villaggio della Solidarietà”, a spese di chi ogni giorno rischia e investe nelle campagne per avere risultati sempre più ridotti e incerti.
La manifestazione prosegue insieme a quel che ormai in tutta l’Isola è un evento che verrà ricordato per molto tempo. I manifestanti hanno già fatto molto, l’aiuto dei concittadini in questo momento è di grande importanza: il presidio prosegue giovedì mattina dalle 7.00.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...