Cimitero di Mineo: «Lo scempio c’è, ed è infinito»

La realizzazione dei nuovi loculi è compatibile con gli antichi beni culturali?
Cimitero di Mineo: «Lo scempio c’è, ed è infinito»

di Leone Venticinque (“Qui Mineo”, 2012.11.26)

A seguito della segnalazione del concittadino Sig. Mario Monte Amato, attualmente custode affidatario del Convento dei Padri Cappuccini confinante con il cimitero di Mineo, il Consigliere Comunale del gruppo di opposizione “La Svolta” Carlo Fria ha effettuato una ricognizione sui luoghi, ove sono in corso dei consistenti lavori ormai quasi completati.
Per affrontare la cronica carenza di posti per i defunti l’amministrazione negli scorsi anni aveva presentato un progetto di ampliamento su nuova area di campagna adiacente al cimitero, ma invece tale progetto non si è potuto mettere in pratica per problemi economici connessi all’elevato costo dei nuovi loculi in vendita a carico degli utenti.
Di fronte al mancato ampliamento e al crescente fabbisogno, nel 2010 una delibera approvata in Consiglio Comunale tornava sul problema con l’intenzione di sfrattare le salme prive di parenti rintracciabili e/o in condizione di poter rinnovare l’affitto della tomba, così da liberare un po’ di posti. Di recente si è proceduto a intensificare l’uso degli spazi disponibili, aggiungendo nei sottoscala e in altri angoli ancora liberi delle tombe prefabbricate in vetroresina e cartongesso, che mostravano crepe e lesioni come era stato segnalato dal Commissario Politico de “La Destra” Pietro Catania lo scorso maggio e che in seguito sono state messe a posto con rifiniture in marmo. A fronte di simili interventi di emergenza, che hanno saturato gli spazi e non potevano dare una soluzione efficace per gli anni a venire, l’amministrazione ha stabilito di mettere in atto un programma di edificazione unitario per edificare un cospicuo numero di nuovi posti, il cui progetto è stato curato dall’Ing. Cassisi.
Attualmente sul luogo si vedono le nuove strutture in via di completamento, tutte collocate a ridosso del confine che separa il cimitero dal giardino del convento.
A questo proposito e a fronte dell’ipotesi di una ulteriore edificazione che potrebbe avere luogo nel corso del prossimo anno, il Sig. Monte Amato in ragione dei propri incarichi si rivolge alle autorità competenti – in particolare al Dirigente Area Servizi Tecnologici e Territorio del Comune di Mineo – per conoscere l’integralità del progetto e allo stesso tempo per far presente che è stata realizzata in più punti una soprelevazione di oltre un metro sopra il muro di confine originale, soprelevazione che occlude completamente la vista dal giardino del convento, che ci sono rischi di infiltrazioni d’acqua e inoltre altri aspetti delle nuove opere non soddisfacenti, soprattutto in considerazione del fatto che l’area è un sito storico, sottoposto a vincolo della Soprintendenza ai Beni Culturali e che per questo motivo meriterebbe particolare attenzione in caso di nuove edificazioni che, ove indispensabili, dovrebbero quantomeno cercare di armonizzarsi con gli antichi manufatti già presenti quali sono tombe illustri del XIX sec., la chiesa, il convento e la Cuba, laddove invece appare evidente un forte contrasto antiestetico di forme e stili tra antico e moderno.
Al termine della accurata ricognizione sul posto il Consigliere Fria ha preso atto della situazione e ha annunciato che presenterà un’interrogazione urgente al prossimo Consiglio Comunale per conoscere lo stato degli atti riguardo ai lavori in corso al Cimitero. “Qui Mineo” seguirà la vicenda per conoscere e far conoscere come andranno le cose in uno dei luoghi affettivamente più importanti per la comunità menenina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...