Ancora un cambiamento nel formato di “Qui Mineo”… l’ultimo

Anche se potrebbe sembrare il contrario, le non poche variazioni che nelle ultime settimane, spesso da un numero al successivo, ha avuto il formato del foglio di comunicazione civica “Qui Mineo” non sono state provocate da volontà persecutorie verso il pubblico dei lettori, per disorientarlo e metterlo in difficoltà. Piuttosto, il problema da risolvere finora era la compatibilità tra i due formati, da una parte quello del foglio con le sue 4 o 2 facciate e dall’altra il manifesto, che deve raccogliere tutti i contenuti in una facciata unica, con orientamento verticale e dimensioni massime di 100×140.
Dai vari tentativi finalmente è emersa quella che potrebbe essere la soluzione definitiva, sebbene un po’ inusuale: una impostazione su due facciate orientate in senso orizzontale. Il grande vantaggio di un simile formato sta nel fatto che, oltre a non esserci più la necessità di interrompere la continuità degli articoli con rimandi da una pagina all’altra ecc., al momento di fare il manifesto è sufficiente sovrapporre  verticalmente le due facciate. Penso che, tutto sommato, ne è valsa la pena, anche se i collezionisti incontreranno difficoltà nel rilegare la raccolta di Qui Mineo… Un saluto ai lettori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...