2013.02.21 – Intervento alla riunione pubblica del Movimento Cinque Stelle Mineo

di Leone Venticinque, per il Movimento Cinque Stelle Mineo

Noi abbiamo qui questa sera delle persone che hanno fatto un po’ di strada apposta per noi e io e penso tutti quanti siamo curiosi di ascoltarli e di conoscerli, anche perché sono elezioni nazionali, non siamo candidati nessuno qui di Mineo e quindi è interessante sapere chi sono personalmente questi nostri conterranei, i portavoce, per cui non voglio togliere altro tempo a loro. Dico solo che, in particolare per noi di Mineo questo voto ha una valenza doppia, secondo me, e possiamo dircelo credo con sincerità, senza bisbigliarlo come spesso si usa quando si parla di politica, come se si dovesse organizzare una rapina in banca, sempre senza farsi sentire dagli altri. Si può dire tranquillamente che il risultato che uscirà dalle urne di domenica e lunedì per noi a Mineo sarà, potrà essere un punto di partenza, oltre che un bel punto di arrivo che speriamo grande a livello nazionale perché ci vuole, ne abbiamo bisogno, ma anche per decidere un po’ delle sorti della comunità in cui ci troviamo, per piccola che sia, e di come verrà amministrata in futuro. Come forse saprete la campagna elettorale amministrativa è cominciata, nei modi suddetti oppure con feste, cose, cene, balli e tutte le varie forme di “accattivamento” della simpatia, tranne quella più diretta che è parlare di programmi, di problemi e di proposte di soluzione. Per cui, ecco, noi ci rivediamo dalla prossima settimana con un’Italia nuova, spero, con un’Italia che inizia a camminare diversamente come sta iniziando a camminare diversamente una regione, perché noi ricordiamoci che gli eletti del Movimento Cinque Stelle, dall’opposizione fanno più “danno”, o fanno più effetto per meglio dire, di chi è stato alla maggioranza per vent’anni perché la capacità di controllo, di attenzione e soprattutto di trasparenza nel raccontare ciò che ogni giorno loro vivono nelle stanze delle amministrazioni è una cosa che non si era mai vista. Anche voi stessi che avete fatto un po’ di campagna elettorale alle ultime regionali per qualche altro personaggio, che poi è stato anche eletto, l’avete più visto? Non dico se vi ha più telefonato, ma chiedo se vi ha più risposto al telefono, che è già una cosa diversa. Lo avete presentato a tutti noi come… quant’era bravo, quant’era da votare ecc., è stato eletto, buon per lui, arrivederci e grazie ci vediamo alle prossime elezioni. Ora, questo è già un fatto e non è una promessa: con gli eletti alla regione del Movimento Cinque Stelle non è avvenuto perché il movimento è sempre a raccontare a tutti noi cosa sta facendo, perché sa che ha bisogno di noi, sempre, perché senza l’opinione pubblica non vanno da nessuna parte… È provato, rispondono sempre e se non rispondono è perché hanno le mani impegnate a attaccarsi da soli i manifesti.
Un ultima cosa e poi vi lascio ai nostri ospiti: abbiamo messo qualche manifesto ieri sera a Mineo, sono stati cancellati, da chi? Non da chi non aveva già la sua faccia appiccicata al muro e quindi dice “levo la tua e metto la mia”, ma da chi aveva già occupato il novantanove per cento dello spazio e non ha accettato che neanche ci fosse un manifesto che diceva che c’è qualcos’altro. Non lo tollerano, non lo tollerano perché gli da fastidio, devono dominare con un monopolio dell’immagine anche sui muri della città. È un segno di stile, di comportamento che a me sembra poco rispettoso di una civile concorrenza. Noi non l’avremmo mai fatto e non lo faremo mai.

***

Solo un rapidissimo saluto perché è già tardi. Innanzitutto vorrei ringraziare Sfragano, Gulino e Francesco Cappello che sono venuti qui e si sono fatti conoscere e apprezzare da una platea che vorrei ringraziare anche, perché sono stati tanti benché il tempo a Mineo per creare questo movimento è stato veramente poco, per colpa nostra devo dire, mia in primo luogo, merito di Carmelo Rossi che invece è stato l’iniziatore di questa cosa, da solo, poteva andare in tanti modi e invece… lo ringraziamo molto.
Solo un ultimo concetto. Vi ricordo che questo voto di domenica e lunedì per noi sarà anche un voto per il nostro futuro di comunità. Per un motivo molto semplice. Noi siamo ottimisti: avremo un buon risultato, saremo determinanti nel governo nazionale, il governo nazionale si renderà conto che esiste un Meridione con tutti i problemi che ha, che esiste una Sicilia, che esiste una provincia di Catania e magari anche che esiste Mineo. Ma poi con chi si troverà a dialogare, localmente? Con quali amministratori? Con gente di nostra fiducia, con gente da cui potremo effettivamente aspettarci dei provvedimenti per il territorio, oppure… oppure chissà, saranno fondi che andranno “al Calatino”, ma poi chissà dove ecc. Pensiamo a questo rapporto e pensiamo che a livello della nostra amministrazione noi sapremo che questo risultato di questa settimana ci potrà essere di motivazione ulteriore a provare un’avventura che in primavera ci vedrà avere un quinquennio nuovo o un “usato sicuro”, ma sicuramente affidabile come nel ventennio che c’è stato finora. Vi invito a fare questa riflessione e a essere presenti per noi e per il paese anche la domenica che verrà. Grazie a tutti.

0:00:00 Carmelo Rossi
0:04:35 Antonello Alessandro
0:12:00 Leone Venticinque
0:16:40 Francesco Cappello
0:44:13 Ernesto Sfragano
1:00:25 Salvatore Gulino
1:05:35 Carmelo Rossi
1:08:26 Salvatore Amato
1:11.03 Leone Venticinque
1:13:10 Carmelo Rossi
1:13:31 Sig. Salerno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...