A Mineo “con la mafia bisogna convivere”?

22900378-babbo-natale-prigioniero-archivio-fotografico

Il Natale fa tutti più buoni, babbi veri e finti babbi…

«Il Natale quando arriva, arriva! E che dovevamo fare, boicottare questi momenti rituali tanto importanti solo per fare un dispetto alla sindaca? Almeno si sta facendo qualcosa!»
imbroglio-e-imbroglioni_thumbL’amministrazione comunale di Mineo propaga notizie false, mendaci e illusorie sui “grandi eventi e musei aperti” nel periodo natalizio. Il danno è massimo, produce delusioni per i visitatori, che andranno via truffati di un biglietto pagato per visitare che cosa? Ma ci rendiamo conto di che figura ci facciamo tutti, per lasciare il campo a pochi briganti che hanno occupato le istituzioni locali?
4823_1017_bolloleinonsaAccadono risse indecorose tra guide turistiche, per quel magro business che è rimasto intorno al Natale. Cose imbarazzanti, che farebbero ridere ma purtroppo dimostrano l’imbarbarimento generale. Stiamo vedendo un’altra pagina di miserie umane da parte di soggetti “buoni per tutte le stagioni” che farebbero qualsiasi cosa pur di stare dalla parte del potere. Trasformismi per stare appresso a chi comanda, silenzi opportunistici per guadagnare punti e ricevere ricompense, mentre come randagi affamati si aggirano sui corpi del menenini. Stanno intenti a strappare gli ultimi pezzetti di carne dai miseri resti senza più vita, e mostrano pure i denti per intimidire chi li disturba. Fa venire la nausea vedere figuri vicini all’amministrazione che minacciano ragazze di “brutti quarti d’ora”, fanno foto che secondo loro avrebbero rilevanza giudiziaria e si comportano da guappi di quartiere. “Ci vedremo in Tribunale!”, dicono. Magari fosse, lo chiediamo da anni…
falsita_bNon ci sono spazi per zone intermedie, grige e di equivicinanza dal sapore democristiano. Se non si traccia una linea di divisione tra le cause del problema e le possibili soluzioni, non si va da nessuna parte. Insistere a collaborare con imputati e indagati per reati gravi, vuol dire essere cretini oppure loro alleati e perciò ugualmente dannosi per la comunità. Se a qualcuno non bastano i processi, perché “si attende sentenza”, ci sono davanti agli occhi i frutti delle politiche sbagliate, che hanno portato Mineo alla condizione devastata in cui si trova. Basta con ipocriti e viscidi silenzi, è ora di finirla con i balletti di ambiguità degli “amici di tutti”. Bisogna dire le cose come stanno, mentre nell’anarchia generale si moltiplicano coloro che antepongono sempre l’interesse personale, anche a danno di chi gli sta vicino. In questi anni l’abbiamo visto, dal tumore del Cara, alle antenne dei ripetitori piazzati sulla testa dei cittadini senza riguardo per la salute, per averne quattro soldi sporchi in cambio, solo per fare qualche esempio. Così non è possibile nessuna forma di convivenza pacifica.
prova-4Degli amministratori indegni non meritano rispetto. Già da tempo avrebbero dovuto essere sospesi dal Prefetto e dalle Procure, nonché dal governo nazionale. Non meritano neanche un soldo di tasse: visto che si comportano da combriccole tribali, e allora si facessero mantenere dai loro amici.
Intanto che aspettiamo che venga qualche cavaliere sul cavallo bianco per ammazzare il drago, per salvarci e per sistemare le cose, cerchiamo di lavorare seriamente in vista del prossimo voto amministrativo. LiberiAmo Mineo dai veri sciacalli!

Annunci